dystopian

Shadowhunters

Shadowhunters-TV-series-artwork-key-art-logoTITOLO: Shadowhunters
CANALE: Freeform
STAGIONI: 1
★★★✩✩

TRAMA: Come chi ha letto la saga di Cassandra Clare saprà, la vicenda segue le avventure di Clary Fray, una 18enne (nella serie tv) di New York che vive assieme a sua madre in un loft Brooklyn e conduce una vita normalissima (mondana, come afferma la ragazza stessa) assieme alla mamma, alla sua collaboratrice Dot e al suo migliore amico di sempre, Simon, innamorato di lei fin dall’infanzia. Tutto questo fin quando la sua vita non verrà stravolta del tutto dall’incontro con Jace, uno shadowhunter (cacciatore di demoni) e dal rapimento di sua madre ad opera di Valentine, uno shadowhunter creduto morto fino a quel momento, che desidera uccideere i nascosti (demoni, vampiri ed altri esseri impuri) e creare nuovi shadowhunters con la Coppa Mortale. Dopo aver scoperto di essere lei stessa una shadowhunters, Clary dovrà affrontare mille pericoli per ritrovare sua madre e la Coppa Mortale nascosta da quell’ultima, per proteggere il mondo dal terribile Valentine e abbracciare la sua nuova identità.

RECENSIONE: la serie, ormai alla sua quarta puntata, non mi ha ancora convinta al 100%, perciò per adesso non me la sento di darle più di 3 stelle! Dopo le prime due puntate introduttive piene di avvenimenti e colpi di scena, la terza si è rivelata essere un po’ lenta e noiosa, riprendendosi appena con la quarta grazie all’introduzione del personaggio di Magnus Bane (interpretato da Harry Shum) che grazie al suo repertorio di battute, citazioni palesemente tratte dai libri e perchè no, anche dal suo fascino riesce facilmente a catturare l’attenzione, non solo degli spettatori ma anche del giovane Alec (Matthew Daddario), ancora però preso dal suo amore più che fraterno per Jace, il suo parabatai. Sebbene la storia abbia subito parecchi cambiamenti rispetto ai libri, la base c’è e i riferimenti alla saga (tra cui l’accenno al personaggio di Tessa Gray della saga “The Infernal Devices”, che i superfan avranno sicuramente notato) non mancano di certo, nonostante siano sviluppati in maniera diversa e talvolta dubbia (Chernobyl?). Gli effetti speciali per ora sono sicuramente un nì, mentre sicuramente un NO gigantesco va alla recitazione, che a parte alcuni elementi palesemente salvabili (Alan Van Sprang, dico a te), è davvero pessima, specialmente quella della protagonista, Katerine McNamara che mostra una “varietà di emozioni di un cucchiaino” (cit.) e che non è convincente neanche quando tenta di flirtare, per il momento. Sperando in un prossimo miglioramento, si possono comunque apprezzare i personaggi di Simon, Alec e tra le protagoniste femminii, Izzy, che seppur un po’ esagerata nei modi e nelle battute è sarcastica al punto giusto, non stupida, ama suo fratello e (novità rispetto ai libri) è anche molto disponibile verso Clary. Su Jace ancora non voglio esprimermi, nonostante il mio “distacco emotivo” dalla saga (non voglio avere pregiudizi), non mi convince ancora la sua personalità, non così tanto come quella del Jace che tutte abbiamo amato in Città di Ossa: sarcastico, pungente, attivo, spericolato, indifferente (all’apparenza). E’ sicuramente tutto da sviluppare, quindi non ci resta che aspettare e vedere come si evolverà il suo personaggio e la relazione parabatai tra lui ed Alec, sicuramente già più approfondita rispetto a com’era stato fatto nel film.
Insomma, per adesso non è male ma si può sicuramente fare di più!
COSA MI PIACE: ✔ La maggior parte dei riferimenti alla saga risultano essere abbastanza fedeli o comunque sono inseriti e “stravolti” in modo abbastanza coerente (Luke che fa davvero il poliziotto, ad esempio, così come la band di Simon).
✔ Ci sono parecchi personaggi tratti dagli ultimi libri e da altre saghe.
✔ Alec Lightwood (devo aggiungere altro?) e Magnus Bane, non vedo l’ora di vedere più scambi tra questi due.
✔ Alan Van Sprang, già apprezzato come cattivo in “Reign”, per me è adattissimo al ruolo anche in questo caso.
COSA NON MI PIACE: ✖ La recitazione di una buona parte dei personaggi, c’è molto lavoro da fare ma mi aspetto grandi cose!
✖ Jace troppo remissivo (per ora), oltre al fatto che lui e Clary sembrano già innamorati e presi l’uno dall’altra già dalla prima puntata, non c’è uno sviluppo, lei è già ansante quando lo vede mezzo nudo (e vabbè) o quando le sta vicino, manco fossimo nel film di 50 sfumature!
✖ La storyline di Simon coi vampiri forse un po’ troppo velocizzata.

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s